Lo Studio

Lo Studio dell’Architetto Matteo Picchio è diviso in due settori differenti: Architettura e Yacht Design e per ogni settore lavorano diversi collaboratori con differenti preparazioni, competenze e specificità.
Il lavoro di Matteo Picchio, che segue in prima persona tutti i suoi progetti sia in uno, sia nell’altro settore è invece sempre quello di trasformare in realtà i sogni dei propri clienti, raggiungendo sia i loro obbiettivi che si erano prefissati e avevano richiesto, sia quanto non immaginavano neppure di aver bisogno. L’approccio al progetto è di tipo “Architettonico” ed “Artigianale”. Il progetto è “Architettonico” in quanto viene impostato secondo l’essenza artistica dell’Architettura intesa come forma d’arte che, rispetto alle altre, ha in più la componente fondamentale della “funzionalità”. Nel progetto vengono messi a sistema una moltitudine di variabili di diversa disciplina, da quelle stilistiche – percettive a quelle tecniche – costruttive e funzionali. Il progetto è anche “artigianale” nel senso che prende forma intorno alla specificità del Committente; in alcune fasi del progetto Matteo lavora spalla a spalla con il suo cliente, per delineare insieme l’essenza del progetto e per impostare stile, scelte compositive ed organizzazione delle opere. Una volta impostato il progetto, Matteo diventa l’unico interlocutore del suo Committente, interfacciandosi tra lui e tutti gli elementi, i professionisti ed i tecnici necessari a definire l’opera e gestirne la realizzazione rispettando le scelte prese inizialmente, i tempi ed i costi prefissati.

Le Origini

Matteo si è laureato in Architettura nell’anno accademico 1993/94 al Politecnico di Milano. Nella stessa Università ha svolto attività didattica e di ricerca fino al 1999, sia in campo dell’Abitare sia in quello della Progettazione Nautica. Lo STUDIO DELL’ARCHITETTO MATTEO PICCHIO si è sviluppato fin dalla sua origine su due diversi settori: l’Architettura e lo Yacht Design; mentre la matita di Matteo passa continuamente da una casa ad uno yacht, i collaboratori dello Studio sono divisi tra chi si occupa di uno e chi dell’altro settore. Data la complessità dei progetti che vengono sviluppati, lo staff dello Studio è coadiuvato anche da consueti collaboratori esterni, specializzati nelle varie e specifiche discipline. L’attività nell’ambito della progettazione degli yacht ha origine in una passione personale di Matteo Picchio che, come training, ancora studente di architettura, si è occupato dell’allestimento della propria imbarcazione, avendo mantenuto solamente lo scafo del Raireva, ketch oceanico in acciaio progettato nel 1972 da Sciarrelli. Matteo, nella ricostruzione della propria barca, non si era occupato solamente del progetto di refit generale ma anche dell’esecuzione manuale di gran parte dei lavori. Matteo ha trasformato la sua passione innata per l’inventare ed il costruire nella professione dell’Architetto dove si immedesima non solo nelle scelte compositive, ma anche nelle tecniche costruttive e scelte di materiali come se fosse lui stesso ad eseguire direttamente i lavori.

Arch Matteo picchio foto